When Cait Douglass resolves to get over her broken heart, throw off her inhibitions, and start really living, she’s unprepared for the two sensual men who cross her path. Torn between them, she doesn’t know which to choose—or what kind of dire consequences could follow.
Jim Heron, fallen angel and reluctant savior, is ahead in the war, but he puts everything at risk when he seeks to make a deal with the devil—literally. As yet another soul is unwittingly caught in the battle between him and the demon Devina, his fixation on an innocent trapped in Hell threatens to sidetrack him from his sacred duty…
Can good still prevail if true love makes a savior weak? And will a woman’s future be the key, or the curse, for all of humanity? Only time, and hearts, will tell.


Il difetto più grande di questo romanzo è sicuramente la storia d’amore tra Cait e Duke, che – boh – non si capisce bene come cominci, perché prosegua o come finisca. Comunque, penso di essere contenta che le vicende che riguardano Jim, Adrian e Devina occupino più spazio del nonsense amoroso di questa coppia.

Duke è praticamente uno scimmione: parla poco, scopa tanto, non ha uno scopo nella vita a parte comportarsi in maniera tossica nei confronti di una ex e lavora alle dipendenze di Xhex (che è il suo unico pregio, e solo perché così Ward ci può regalare una scenetta tra lei e John Matthew). Dall’altro lato, Cait è un personaggio parimenti dimenticabile, alle prese con questo triangolo amoroso, che, come al solito, si sa già dove andrà a parare e fa venire sonno non appena si scopre che c’è. Dai, Zia Ward, sai fare meglio di così…

Infatti, la parte interessante riguarda Jim e Adrian. Jim passerà davvero dei brutti quarti d’ora in Possession, in accordo con la spirale discendente che ha preso da diversi libri a questa parte. Adrian continua a essere un tesoro e in alcuni momenti avrei voluto urlare a Jim di apprezzarlo di più: che diamine deve fare di più perché venga tenuto più in considerazione? Oh, Jim, magari se ti confidavi con lui, ti diceva subito che stavi per fare una boiata…

Infine, la storia ha preso una piega decisamente interessante, sebbene non inaspettata (anche se su Nigel devo dire di essere stata presa in castagna…): sono molto curiosa di leggere come tutto si concluderà in Immortal

Annunci