Buon venerdì, prodi seguaci!🐙

Passato 1/4 dell’anno, posso dire di essere in pari con la 2018 RHC: wow, roba da non credere… e questo nonostante a febbraio fossi rimasta indietro! *proud of myself*

Quindi in questo stato di euforia, vi annuncio che ho addirittura già soddisfatto una delle due task di aprile (sul serio, gente, ma che è tutta quest’efficienza improvvisa?🤣): si tratta della numero 15, Un libro che si legge tutto in una volta. La scelta è dovuta ricadere su Dearest Ivie di J.R. Ward, la storia breve che è uscita qualche settimana fa, come antipasto di The Thief, che uscirà martedì prossimo (10 aprile) e del quale, alla fine dell’ebook, potrete trovare il primo capitolo in anteprima… indovinate chi non vede l’ora e si è letteralmente bevuta Dearest Ivie?

No, davvero, lo scriverò fino a nausearvi, non so come fa questa donna a tenermi incollata a questa serie dopo quindici libri e a farmi agognare il sedicesimo…

The last place Ivie expects to be approached by a devastatingly handsome male is in a crowded, smoky cigar bar rarely frequented by vampires—yet here he stands. Silas is flirtatious, gallant, and, above all, mysterious. Ivie is anything but. A nurse at the healer’s clinic and the daughter of a biker, Ivie is accustomed to speaking her mind. So she does. Since aristocrats rarely pick up females of her class, Ivie asks Silas just what kind of game he thinks he’s playing.
Despite her guarded exterior, Ivie surrenders to the fierce desire she feels for Silas. And yet, just as their courtship is heating up, he reveals that it cannot last, for he is bound to return to the Old Country. Their bond only deepens as they make the most of their precious time together. But when she learns the truth, Ivie must find a saving grace—before all is lost…

1234T

L’altra task del mese sarà la 17°, Un romanzo di fantascienza con una protagonista femminile scritto da una donna. La scelta è ricaduta su La parabola del seminatore di Octavia E. Butler, primo libri di una duologia che si conclude con La parabola dei talenti, che ha vinto il Nebula Award for Best Novel nel 1999.

To survive,
Know the past.
Let it touch you.
Then let
The past
Go.

Si tratta quindi di una pietra miliare della fantascienza e l’avevo già occhieggiato l’anno scorso per una task della 2017 RHC… adesso sono molto contenta di aver rimandato la lettura!😜

Lauren Olamina è una ragazza in grado di avvertire e vivere su di sé il dolore delle persone che la circondano, sopportando con uno sforzo sovrumano le sofferenze altrui. Vive all’interno di un’enclave in una regione degli Stati Uniti, divenuti ormai una nazione in rovina le cui città, diventate roccaforti, sono afflitte da epidemie e da violente incursioni di sbandati. Una potente droga semina morte e distruzione, annichilendo qualsiasi speranza di un mondo migliore. E cosí, nel giorno del suo diciottesimo compleanno, Lauren decide di lasciare la sua casa e si mette in cammino, puntando verso nord, alla ricerca di una nuova terra promessa dove ricominciare a vivere. Lungo la strada, altri sopravvissuti e fuggitivi si uniranno a lei, in un viaggio interminabile e travagliato attraverso la devastazione, guidati dal desiderio di un futuro tutto da costruire.

1234T

Che ne pensate? Vi ispira qualcosa? Fatemi sapere nei commenti e ditemi come proseguono le vostre sfide letterarie (se ne fate)!

Buon fine settimana!💜💜💜

 

Annunci