Il volume raccoglie le fiabe scritte dal poeta turco durante la seconda metà degli anni Cinquanta. Storie nate da remote memorie d’infanzia dell’autore, ma anche da un’attenta e appassionata lettura del materiale folclorico del suo paese.


Il Nuvolo innamorato è una raccolta di quindici fiabe che il poeta turco Hâzim Hikmet ha scritto rielaborando storie che sua nonna gli raccontava quand’era piccolo. Direi che è un libriccino ottimo per l’estate e, se avete dei bambini, destinatari originari dell’opera, potete prendere due piccioni con una fava.

L’edizione Mondadori (che ovviamente è fuori catalogo… prima o poi mi arriverà un brutto virus via email a forza di recensire bei libri fuori catalogo… Ubuntu proteggimi tu!) è molto bella con quest’illustrazione di Fabian Negrin che continua anche nella quarta di copertina. Peccato per l’assenza di illustrazioni all’interno che ne avrebbe fatto un’edizione più adatta anche ai più piccoli.

Le storie sono fiabe che sicuramente vi saranno familiari, magari in altre versioni, a conferma del fatto che, quando si parla di fiabe, tutto il mondo è paese e ci si può trovare a “casa” un po’ dappertutto. Abbiamo terzogeniti che salvano la situazioni, Orchetti mangia-umani, personaggi mitici, ricerche, prove da superare, e via dicendo.

Come particolarità, ho trovato nelle fiabe di Hikmet una vena di spiritualità, che raramente sono in grado di apprezzare e questa volta non ha fatto eccezione, ma riconosco che è solo una faccenda di gusti personali, quindi, se a voi piace, vi do un motivo in più per cercare di reperire questa raccoltina.

3 stars smaller

Annunci