Buon martedì, prodi seguaci!

Visto che in questi giorni sono di vendemmia, ho pensato di scrivervi un Book Tag tutto dedicato a questa faticosa attività campagnola, cercando di non nominare sempre le solite cose che si associano alla raccolta dell’uva.

(1) La rugiada che ti zuppa fino al midollo nelle prime ore nel mattino – Un libro che fa rabbrividire

Abbiamo sempre vissuto nel castello di Shirley Jackson perché è… molesto e inquietante.

(2) Il tralcio spuntato dal nulla ma che rischia di cavarti un occhio – Un libro pericoloso

Mi viene in mente Mein Kampf di Adolf Hitler, sul quale sono da poco scaduti i diritti d’autore e che ha ancora – sorprendentemente – un sacco di estimatori (che, in effetti, forse sono più pericolosi di questo mattone che si vocifera essere sconclusionato e palloso oltre ogni ragionevole soglia di sopportazione).

(3) Le mani (guantate) che si fanno appiccicose – Un libro zuccherino

Direi Giorni di zucchero, fragole e neve di Sarah Addison Allen, che scrive romanzi molto delicati, adatti per farsi le coccole.

(4) Il rumore cadenzato delle forbici da pota che tagliano – Un libro dal ritmo incalzante

La ballata del vecchio marinaio di Samuel Taylor Coleridge, che personalmente associo molto alla musica.

(5) Il mal di schiena scatenato dallo star piegati per raggiungere le ciocche più basse – Un libro faticoso

Oscar Wilde di Richard Ellman, ovvero la biografia, vincitrice del Pulitzer nel 1989, del grande artista irlandese. Ho trovato tanto straziante la ricostruzione degli ultimi anni della sua vita che ha fatto fisicamente fatica ad andare avanti nella lettura.

(6) L’incontro con animaletti vari e potenzialmente molesti – Un libro fastidioso

Gender Outlaws: The Next Generation di Kate Bornstein e S. Bear Bergman: non perché sia brutto, ma perché mi ha – metaforicamente – preso a calci in culo, costretta ad ammettere di avere degli orridi pregiudizi e a cambiare idea. Una cosa per la quale non smetterò mai di ringraziare questo libro, per quanto mi abbia destabilizzato in quel momento. Lo definirei fastidioso nel modo migliore possibile! 😀

E adesso vi taggo tutt*! 😀 Se avrete voglia di cimentarvi a vostra volta, fatemi sapere quali libri avete scelto!

A presto, prodi seguaci! Me ne vado a vendemmiare!

Annunci