Buon inizio di settimana, prodi seguaci!

Mentre mi barcameno nel tentativo di rimettermi in pari tra articoli e recensioni, vi lascio una citazione da Il califfato e l’Europa di Franco Cardini.

Questo libro è stato redatto all’insegna del disincanto. Ma il disincanto non mi ha impedito di fare ciò che credo sia necessario per capire meglio quel che accade oggi, e cioè ripercorrere la storia della crescita e dello sviluppo dei rapporti tra cristianità e Islam, a partire dal Medioevo per arrivare fino alla più recente attualità.

[…]

Poi, ovviamente, fate quel che vi pare, agitatevi finché volete, ma questa è storia, e così sono andati i fatti che ci hanno portati all’oggi. Il resto è malafede, propaganda tendenziosa, incitamento all’odio, bugia, sfruttamento dell’ignoranza, circonvenzione di incapaci a pensare e a informarsi.

Crociata, jihad, guerra di religione, scontro di civiltà, sono parole che sembravano appartenere, ormai, ai libri di storia, e a epoche spaventose molto lontane dalla nostra. Eppure, nell’escalation di tensione e di allarme mediatico incominciata con l’attentato delle Torri Gemelle di New York l’11 settembre del 2001, e rinfocolata oggi dagli orrori perpetrati in Francia e nel mondo dai terroristi dello Stato Islamico, queste parole sono tornate drammaticamente attuali. Ma esiste davvero un conflitto tra culture e civiltà incompatibili? E, se davvero siamo in guerra, quando è iniziata, chi l’ha dichiarata, e perché? Davvero l’Occidente incarna i valori di democrazia, libertà e tolleranza in cui tutti noi sosteniamo di identificarci? La storia dei rapporti tra Europa e Islam, dal Medioevo all’età contemporanea, è lunga e complessa, in un’alternanza di paci e di guerre, e persino di alleanze e di strettissimi rapporti diplomatici e commerciali. Eppure, al giorno d’oggi i media raccontano quotidianamente la cronaca di una coesistenza impossibile, di uno scontro di cui è sempre più difficile individuare le cause. In un libro che muove dagli albori della religione islamica per arrivare fino ai giorni nostri, Franco Cardini esplora le diverse fasi della storia di amore e odio tra l’Europa e il Vicino Oriente, soffermandosi sui momenti chiave dell’Illuminismo, dell’orientalismo ottocentesco, delle trame britanniche negli anni delle grandi guerre del secolo scorso, per gettare luce sulle troppe ombre delle vicende degli ultimi decenni. Dalla nascita di Israele e dall’Egitto di Nasser, passando per le periferie della Guerra fredda, Cardini fa luce su un drammatico susseguirsi di errori politici, di governi bugiardi e di guerre ingiuste, che hanno dato forma agli anni carichi di paura e d’incomprensione in cui stiamo imparando a vivere.

Annunci