Buon venerdì, prodi seguaci!

Spero che siate tra i/le fortunat* ad essere al Salone Internazionale del Libro di Torino: io purtroppo sono a casa a sperare di esserci anch’io un giorno e a scrivere un post su un libro che ha catturato la mia attenzione.

Si tratta di Dio odia le donne della giornalista Giuliana Sgrena, edito da Il Saggiatore (204 pagine – 18,00€ in cartaceo/8,99€ in ebook).

Se siete stuf* di sentire i vari leader religiosi sparare che le loro religioni rispettano le donne per poi sentirli tuonare contro diritti fondamentali (aborto e contraccezione, tanto per dirne due), questo libro fa per voi.

Personalmente, sono molto stufa. Stufa di non essere rispettata in quanto donna, in quanto atea, in quanto liberale, in quanto non desiderosa di diventare madre, in quanto femminista. Perché, anche se non rientro nel loro ideale di femminilità, sono anch’io indubbiamente una donna.

Inoltre, dov’è il rispetto per le donne nate senza vagina e per coloro che in parte sono anche donne? Non mi pare che i leader religiosi abbiano grande considerazione di queste persone.

Gli uomini di Dio rispettano le donne? Non mi pare proprio…

Annunci