Buon lunedì, prodi follower! ^^

In questa vigilia della festa della donna vi propongo una citazione da La mancanza di gusto di Caroline Lunoir: non potevo esimermi dato che vi è menzionata Simone de Beauvoir! 😀

Non essendo mai stata letta, qui la de Beauvoir è rimasta una specie di icona dell’arpia femminista. Mia nonna e le sue sorelle non hanno mai lavorato. Nonna ama discutere di storia dell’arte e di mitologia. Ma non ci tiene più granché a ricordarsi se nel tumulto della giovinezza abbia raggiunto o meno la maturità. Ai suoi occhi la femminista è una donna insoddisfatta, agitata, malvestita o libidinosa. Mia nonna ha avuto le sue battaglie da combattere. Racconta volentieri delle frequenti trattative, un pezzettino alla volta, per ottenere che mio nonno, il suo tesoro, le aumentasse il budget destinato alla gestione della casa. Così come parla delle sconfitte. Senza la cocciutaggine del marito, non avrebbe fatto tutti quei traslochi né sarebbe stata costretta a ricostruirsi tanto spesso e con pazienza, all’uscita da scuola o dalla parrocchia, una rete di amiche per vivere un po’. Le hanno dato il diritto di voto, e lei se l’è preso. Le donne della sua generazione e classe sociale, dotate di un sapere aneddotico e stupefacente, hanno marciato sugli Champs-Élysées contro le orge del maggio ’68. Una fronda contro la rivoluzione dei costumi di tutti quei debosciati. Queste signore però hanno iscritto le figlie all’università. Brigitte e mia madre hanno frequentato gli atenei nell’indifferenza cortese e commossa di mio nonno.

È Ferragosto e come ogni anno Mathilde si presenta nella grande casa di campagna della sua famiglia. Ad attenderla ci sono nonni, zii, prozii, cugini e i due custodi. E poi, immancabili, i pettegolezzi, le discussioni sull’eredità e tutte le finzioni che animano la tranquilla quotidianità borghese. Mathilde è sposata e indipendente, ma i suoi parenti sono prodighi di consigli sulla sua vita privata, forse perché ancora non è diventata madre. La novità di quest’anno è la piscina che nonno Paul ha deciso di far costruire per evitare la diaspora di nipoti e pronipoti. Sono proprio gli oziosi pomeriggi a bordo piscina e le passeggiate in collina a trasformarsi in un confronto tra generazioni che faticano a comprendersi, tutta colpa del nonno e della sua inaccettabile concessione ai custodi…

Annunci