Buon venerdì, prodi follower!

Ieri era l’Harry Potter Book Night, una giornata caratterizzata da eventi in tutto il mondo (ma principalmente nel Regno Unito) per celebrare questa meravigliosa saga. Il tema della giornata (alla sua seconda edizione quest’anno) era Una Notte di Incantesimi e la Salani aveva preparato un PDF con simpatiche idee per celebrare la giornata.

Trovandomi nell’impossibilità di recarmi in un raduno di pazzi scatenati noti con il nome di fan di HP (o Potteriani, per gli amici anglofoni Potterhead), ho pensato che dovevo comunque fare qualcosa per celebrare la giornata. Sono cresciuta con questa saga, che diamine, non potevo mica lasciar correre l’occasione!

Così, tanto per cominciare, ho pensato di iscrivermi su Pottermore. I fan più accaniti saranno sgomenti: come, ti professi fan e non eri iscritta a Pottermore!? Sacrilegio!

Sì, sì, lo so, sono una persona orribile, ma avevo fin qui temporeggiato per evitare un’ulteriore fonte di cazzeggio selvaggio su Internet: chi mi conosce sa bene che non ne ho davvero bisogno. E infatti ho perso non so quanto tempo a leggere un po’ di questo e un po’ di quello a zonzo per il sito. Va be’, via, era l’Harry Potter Book Night

In ogni caso, consiglio a tutti di iscriversi e provare a farsi smistare e farsi scegliere da una bacchetta perché il sito è visivamente uno spettacolo. Roba da rimanere a bocca aperta, sul serio, anche se non siete fan della saga.

Per quanto mi riguarda, sono stata smistata in Corvonero (Ravenclaw) e direi che non è stata una sorpresa! 😀

La mia bacchetta, poi, si è rivelata una figata! *sta per fare la splendida, sappiatelo* Legno di castagno, cuore con piuma di fenice, quattordici pollici e mezzo di lunghezza poco flessibile. Cioè, ragazz*, cuore con piuma di fenice. Le. Più. Rare. Il che vuol dire che, se fossi una strega, potrei finire per cavarmi un occhio visto che sono le più difficili da “gestire”, ma comunque. *gongolamento selvaggio*

Galvanizzata da Pottermore, ho finito per fare quello che, vista l’imbarazzante mole di libri da leggere, non avrei dovuto fare: ho ripreso in mano Harry Potter e la Pietra Filosofale e ho iniziato a rileggerlo (non specifichiamo quante volte sia già successo in precedenza che è meglio).

Il signore e la signora Dursley, di Privet Drive numero 4, erano orgogliosi di poter affermare che erano perfettamente normali, e grazie tante, Erano le ultime persone al mondo da cui aspettarsi che avessero a che fare con cose strane o misteriose, perché sciocchezze del genere proprio non le approvavano.

Ah, l’emozione di rileggere l’incipit di una saga che è stata parte integrante della mia vita…

E voi? Potteriani impenitenti o assolutamente indifferenti al maghetto? Avete fatto qualcosa di speciale per l’Harry Potter Book Night? Fatemi sapere nei commenti!

Buon fine settimana! 🙂

Advertisements