Chronicles the adventures and misadventures of Hiccup Horrendous Haddock the Third as he tries to pass the important initiation test of his Viking clan, the Tribe of the Hairy Hooligans, by catching and training a dragon…


Se non avessi visto il film d’animazione, probabilmente How to train your dragon mi sarebbe piaciuto di più. Purtroppo, però, ormai nel mio cuore c’è la storia messa sullo schermo dalla DreamWorks e Cressida Cowell non è riuscita a scalzarla. Libro e film, infatti, sono molto diversi: praticamente due storie differenti vissute dagli stessi personaggi.

Rimangono alcuni temi in comune, come le incomprensioni padre/figlio e la stupidità di alcune tradizioni. Nel libro, lo scontro tra Hiccup e suo padre Stoick non è così drammatico come nel film, ma viene preso comunque a esempio del contrasto tra due stili di vita diversi.

Molto importante nel libro è il tema della gentilezza: trattare qualcuno (nello specifico, un drago) in maniera gentile farà sì che sia portato a ricambiarti e ad aiutarti quando ne avrai bisogno. Questo nel film è meno evidente se non nella misura in cui la “vichingaggine”, che comprende forza bruta nel senso di “picchiare prima di parlare”, alla fine si rivelerà inutile, se non dannosa.

Vi lascio i trailer dei due film d’animazione della DreamWorks, Dragon TrainerDragon Trainer 2.

3 stars smaller

Advertisements