Jules Guérec – quarant’anni, celibe, proprietario di due pescherecci – è sempre vissuto nella cittadina bretone in cui è nato, nella casa adiacente all’emporio che la sua famiglia gestisce da generazioni, nello stesso odore «di catrame, cordami, caffè, cannella e acquavite», insieme alle due sorelle rimaste nubili, che lo accudiscono con una sollecitudine benigna, occhiuta e possessiva. A loro Guérec deve rendere conto di come spende ogni centesimo. Persino quando gli capita di andare a Quimper, e di non resistere alla tentazione di tornare in quella certa strada dove un paio di signore «arrivate da Parigi» passeggiano «gettando agli uomini sguardi provocanti», il pensiero di come farà a giustificare i cinquanta franchi mancanti gli rovina il piacere. Sono loro, le sorelle, a sorvegliare tutto, a provvedere a tutto. Anche quella volta che lui, da giovanotto, ha messa incinta una ragazza, è stata Céline – che delle due è la più penetrante e la più spiccia, e che afferma di conoscere il fratello come fosse un figlio suo – a prendere in mano la situazione. Una notte, però, Guérec, senza quasi accorgersene, sarà la causa di un evento tragico, le cui paradossali conseguenze potrebbero forse spingerlo a uscire dal bozzolo soffocante, ma anche tiepido e rassicurante, dei legami familiari.


Le signorine di Concarneau è un romanzo breve, un rapido squarcio su una vita di provincia priva di slanci e ricca di inibizioni. Qual è la tragedia più grave che può capitare in un simile ambiente? Uno scandalo, naturalmente.

Quindi, quando il fratello dal carattere debole rischia di distruggere la loro solida reputazione, le due sorelle, Céline e Françoise, fanno di tutto per rimediare, infischiandosene del giusto e dello sbagliato e badando soltanto a sistemare le cose nella maniera più proficua per la loro famiglia.

La capacità di Simenon di tratteggiare i personaggi è innegabile e assolutamente vivida: questi sono così ricchi e tridimensionali da bucare la pagine e imporsi nella mente del lettore, che potrebbe averli incontrati in qualunque luogo attaccato alle rassicuranti e anacronistiche, vecchie consuetudini.

4 stars smaller

Annunci