Emily ha diciassette anni, è appena rimasta orfana, e parte per Mullaby, il paesino del Nord Carolina dove la madre era nata.
Spera di scoprire laggiù alcuni misteri sulla propria famiglia. Ma la attendono molte sorprese
Arrivata nella casa del nonno, l’intraprendente Emily si accorge ben presto che gli abitanti di Mullaby si guardano bene dall’aiutarla. Anzi, i vecchi conoscenti della madre sembrano volerla evitare, come se il suo nome fosse avvolto da un malefi cio.
E mentre Mullaby finge una vita tranquilla, Emily realizza che i misteri e le stranezze sono all’ordine del giorno – stanze dove
la carta da parati cambia a seconda dell’umore di chi la guarda, un uomo gigante “così alto da riuscire a vedere ciò che accadrà domani”, strani fasci di luce che spazzano i cortili a mezzanotte.
E una bizzarra vicina, Julia, con le braccia piene di cicatrici, che sforna in continuazione biscotti davanti alla finestra spalancata.
Come mai nessuno vuole rammentare gli anni della giovinezza della madre di Emily? E cos’è quella storia d’amore, di cui si parla a mezza voce, che ha spezzato il cuore e la vita di un giovane del paese?
La verità non è quella che Emily si aspettava. Perché in quel paese di curiose stramberie, dove il tempo scorre più lentamente che in ogni altro luogo, la fortuna sorride a chi sa assaporare il lato magico della vita.


Sarah Addison Allen mi piace molto: è una delle mie autrici da relax preferite. Quando non ho voglia di imbarcarmi in romanzi impegnativi, ma voglio farmi qualche coccola mentale, mi leggo una della fiabe che questa autrice ogni volta ci regala.

Non che la Allen parli solo di unicorni e fatine dei dentini: affronta temi serissimi (in questo caso l’autolesionismo, per esempio), ma lo fa ammantando le sue storie di fiaba e delicatezza. Tutto questo senza sminuire il dolore dei suoi personaggi – dolore che, anzi, trapela con realismo dalle pagine.

È come leggere una fiaba lontana dagli adattamenti per bambini, una fiaba scritta per trasmettere conoscenza agli adulti. Quindi ci ritroviamo in un mondo dove la carta da parati di una stanza può cambiare in base all’umore di chi la occupa, dove esistono giganti, dove un ragazzo può avere un’attrazione genetica per i dolci. Eppure è anche un mondo dove i pregiudizi sono forti, i rimpianti sono tanti e l’avidità rovina la vita delle persone.

Saranno molti i fili da ricomporre per le due protagoniste, Emily e Julia, entrambe alle prese con un passato complicato che pretende la loro attenzione e che entrambe dovranno affrontare.

3 stars smaller

Annunci