Il ladro Eric Devon vuole una sola cosa: che la gente lo lasci in pace. E forse dell’altro whisky. Finchè un misterioso sconosciuto gli offre un lavoro così pericoloso che nessuno l’ha mai accettato ed è sopravvissuto per raccontarlo: recuperare un preziosissimo oggetto dall’inespugnabile palazzo dei Mercanti Tartaruga. Intrigato dall’uomo e dalla sfida, Eric accetta—ma lo sconosciuto altri non è che il leggendario capitano di navi volanti conosciuto come il Demone del Tè, terrore del Mare di Nuvole. Eric deve escogitare il piano migliore della storia se vuole completare il lavoro… e riuscire a sopravvivere.


Una storia che avrebbe meritato qualche pagina in più. In 56 pagine si avverte un po’ troppo la mancanza di approfondimento.

Ci sono molti elementi che stuzzicano l’immaginazione del lettore, dalle navi che solcano i cieli alle tartarughe volanti (dato che ho da poco finito di leggere Il colore della magia, non ho potuto fare a meno di pensare al Mondo Disco di Terry Pratchett!). Così come ci sono elementi di simpatia, come il terribile capitano pirata che si scioglie di fronte ad una tazza di buon tè (e francamente posso capirlo!) o Addeline, ragazzina impertinente.

Definire veloce la storia d’amore tra i due protagonisti, Eric e Jonathan, è dir poco. In effetti, ha più in contorni di una sveltina, che per quanto soddisfacente non ha lo spessore di un rapporto ben costruito. Peccato…

3 stars smaller

Annunci