Fra i ranch confinanti degli Holden e dei Jessup, i rapporti sono tutto fuorch amichevoli – Jefferson Holden e Kent Jessup si detestano. Ma nonostante il rancore pluriennale fra i loro genitori, Haven Jessup non riesce proprio a provare odio, soprattutto dopo che Dakota Holden lo accoglie in seguito a un violento temporale e Haven incontra il suo amico Phillip Reardon.
Phillip accetta Haven per com’, vedendo attraverso la maschera che questi indossa per celare la sua attrazione nei confronti degli uomini, ma la loro relazione delicata e segreta verr messa a dura prova. Recinzioni sabotate, animali feriti, piani deplorevoli e i segreti della famiglia Jessup minacceranno la neonata felicit di Haven e le sue speranze di un futuro con Phillip.


Prometteva già bene quando è comparso nel primo volume della serie (Una prateria divisa) e non si è smentito: Phillip è un gran bel personaggio e vederlo interagire con Wally m’ha fatto morire dal ridere.

Phillip è un tipo cittadino, tutto abiti firmati, locali alla moda e compagnie facili. Tutti elementi che certo non troverà nel ranch del suo amico Dakota, dove è tornato per una visita.

Ma cosa saranno mai le vecchie abitudini di fronte ad un cowboy ben piazzato, insicuro e – guarda il caso! – gay? Phillip capitola subito non appena incrocia Haven, figlio del proprietario del ranch confinante a quello di Dakota. Amore a priva vista, fulminante e illuminante per entrambi: Haven deve capire due o tre cosette su se stesso e su quello che vuole, mentre Phillip deve mettere la testa a posto e accasarsi (anche se sul primo punto non sono tanto convinta!).

La loro storia procede con dolcezza e tenerezza, senza che nessuno dei due faccia pressioni sull’altro (con esiti quasi disastrosi… maledetta omofobia!). Le parti divertenti e hot non mancano e alla fine l’happy end sistema tutto quanto. L’unica cosa che manca è quel quid che l’avrebbe reso speciale: alla fine, rimane un romance buono per passare piacevolmente del tempo.

3 stars smaller

Annunci