Una lettura gradevole, una prosa semplice e lieve, che invita ad apprezzare il capolavoro di Tolkien non soltanto quale tour de force immaginifico, ma anche per la profondità del messaggio spirituale. Un must per tutti coloro che hanno amato Il Signore degli Anelli giudicandolo una preziosa lezione di vita. In questo libro, infatti, scopriamo il valore di virtù comuni come la generosità, la compassione e l’ospitalità, e ci imbattiamo in personaggi straordinari: Bilbo, Frodo, Gandalf, Tom Bombadil e Glorfindel; prendiamo coscienza che il tradimento genera distruzione, mentre lo spirito di sacrificio e di condivisione conducono lontano sul sentiero della gloria.
L’autore non manca di sottolineare come il racconto delle avventure di Frodo e dei suoi amici offra al lettore validi motivi per credere di poter ottenere la forza e l’aiuto necessari a superare ogni ostacolo e a sconfiggere gli avversari anche nella vita di tutti i giorni.


Nonostante a tratti sembri impartire lezioni di catechismo, si tratta di un libriccino interessante. Dà una prima infarinata sulle influenze della profonda fede cattolica di Tolkien ne Il Signore degli Anelli. I capitoli sono brevi e rendono il libro estremamente scorrevole, mentre i riferimenti all’opera di Tolkien sono chiari (almeno per me che ne sono un’adoratrice).

3 stars smaller

Annunci