Un contratto matrimoniale… Per salvare la villa di famiglia, l’impulsiva Alexa Maria McKenzie, ventisettenne proprietaria di una piccola libreria, sarebbe disposta addirittura a far bere un filtro d’amore a un rospo, possibilmente ricchissimo. Ma mai avrebbe immaginato di incappare nel fratello maggiore della sua migliore amica, uno degli uomini più ricchi, potenti e… appetibili di cui parlano le cronache mondane e di cui, da teenager, Alexa si era perdutamente innamorata senza speranza alcuna.
Il miliardario Nicholas Ryan da parte sua non crede per nulla nel matrimonio, ma per ereditare l’azienda dai suoi che lui stesso ha convertito in un business di successo nell’ambito delle nuove tecnologie, è costretto da un patto di famiglia a trovare una moglie. E in fretta. Così, quando scopre che quella scocciatrice della migliore amica d’infanzia di sua sorella è in ristrettezze economiche, le offre un contratto di un anno: matrimonio, nessun coinvolgimento emotivo, proibito innamorarsi. Ma almeno il sesso, no quello non è proibito… E come Alexa scopre che Nicholas supera ogni suo ricordo di ragazzina, Nicholas andrà ben oltre l’immagine che aveva di lei e dovrà venire a patti con le sue stesse convinzioni…


Un romance senza infamia e senza lode. Senza infamia perché tutto sommato ci si diverte; senza lode perché alla fin fine non aggiunge niente di nuovo.

Il protagonista maschile, Nick, è il tipico uomo pieno di soldi e refrattario all’amore: il suo passato gli ha insegnato che i matrimoni finiscono e i figli soffrono. Quindi, no grazie, meglio avere attaccata al braccio una modella decorativa e utile a scaldare il letto (oltre che a mandare in visibilio i gossippari).

Ovviamente la protagonista femminile, Alexa, sogna il matrimonio romantico, quello che sforna tanti figli e dura per sempre. L’esempio lo forniscono i suoi genitori: tutti gli errori del coniuge fedifrago sono stati perdonati e tutti vivono per sempre felici e contenti.

Come si incontrano questi due universi paralleli? Be’, Nick si deve sposare grazie (si fa per dire) ad una postilla sull’eredità dell’azienda e Alexa ha bisogno di soldi per sistemare la sua famiglia in ambasce. Il matrimonio sa da fare (visto che conviene ad entrambi) e da lì ha inizio la loro storia, tra visite alla famiglia di lei e cani invadenti.

Come dicevo all’inizio, il romanzo è carino e certo fa passare qualche ora di divertimento, anche se i momenti di bonaccia non mancano.

3 stars smaller

Annunci