Sono passati vent’anni dalla Prima Alba, il giorno in cui gli umani vennero a conoscenza dell’esistenza della Stirpe. Dopo una lunga guerra, la razza umana e quella vampira stanno cercando di concordare una pace duratura. Il mantenimento di questo fragilissimo equilibrio è affidato ai guerrieri dell’Ordine, di cui fa orgogliosamente parte la coraggiosa e intemperante Mira Nikolas. Mira ha scoperto che per ogni battaglia c’è un prezzo personale da pagare, ma non immaginava di doversi scontrare con un amico che credeva morto, un guerriero vampiro che ora guida un gruppo di umani ribelli: Kellan, il suo primo amore. Neppure Kellan pensava che avrebbe più rivisto Mira, la donna che aveva disperatamente cercato di dimenticare. Mentre i ricordi riaffiorano, ritorna anche l’elettrizzante passione che li aveva uniti e che ora non può vederli divisi e addirittura nemici.


Gli ultimi libri di questa serie mi avevano lasciato alquanto delusa – sempre uguali a se stessi. Per non parlare dell’ultimo, dove nell’ultima metà del libro succede di tutto e di più. Troppe novità concentrate.

Questo nuovo libro, che dà l’avvio a un nuovo ciclo dedicato alla nuova generazione della Stirpe, ci offre una boccata d’aria fresca. Cambiano i nemici, cambiano le priorità. Adesso Lucan, Capo dell’Ordine, ha il compito di mantenere e far crescere in modo proficuo la pace tra umani e membri della Stirpe, dopo che questi ultimi sono stati costretti ad uscire allo scoperto. Le cose non vanno tanto bene però. Molti umani vorrebbero soltanto sterminare i mostri…

La protagonista è Mira, figlia adottiva di Renata e Niko. Diventata grande e guerriera come la madre, Mira è un tipino tutto pepe pronta a disubbidire agli ordini e a fare di testa sua. E così, cacciandosi nei guai, finirà per incontrare la sua vecchia fiamma, che credeva morto in un’esplosione, Kellan Archer (una nostra vecchia conoscenza). Leader naturale e dall’onore ancora integro, Kellan scappa dal suo futuro con Mira, finendo però – siete sorpresi? – per finirle decisamente addosso.

Nel complesso è un romanzo carino, ma, per quanto mi riguarda, si è rovinato un po’ nel finale. Questi nuovi cattivi nella loro organizzazione ricordano un po’ troppo quelli vecchi. Vedremo come si evolverà la faccenda nei prossimi volumi. E la risoluzione della questione Mira-Kellan nel finale mi è parsa semplicistica – della serie: il libro deve finire bene a tutti i costi.

3 stars smaller

Annunci