Una vera tigre sa come mettersi in mostra. Avanza a testa alta, con il petto in fuori e l’aria di voler dire: “Ti mangerò vivo”
Naomi invece sa che liberare la tigre che è in lei non sarà facile quando per natura è più portata a fare da zerbino!Cosa può inventarsi allora una ragazza timida e delusa dal sesso maschile per recuperare i suoi istinti primordiali? La sua identità più remota, più sottilmente sexy, in una parola: il suo istinto animale? Naomi è infatti poco propensa a lasciarsi abbindolare dalle proposte sdolcinate degli uomini ed è pronta a sfoderare, in caso di necessità, i suoi affilatissimi artigli. nemmeno le lusinghe dell’affascinante milionario Royce Powell riusciranno a blandirla. Famoso, potente e a “caccia” di una moglie, lui è abituato ad avere tutte le donne ai propri piedi, ma Naomi non vuole finire nella sua rete. In realtà, però, basta un suo sguardo di fuoco perchè lei faccia le fusa come una gattina! Royce ha stabilito al primo incontro di iniziare un safari a due, fatto di mosse sensuali e di tocchi graffianti. Chi sarà la preda e chi il cacciatore? E soprattutto la tigre che sonnecchia in Naomi potrà mai credere che un uomo riesca a cambiare le proprie “strisce”?Un romanzo sensuale e ammiccante, scritto in uno stile sfrontato, divertente, quasi irriverente in cui Cenerentola mostra gli artigli.


Questo romanzo è in perfetto stile Showalter: via le c*****e serie, fate largo a tanto sano divertimento. Quindi non aspettatevi approfondimento psicologico, personaggi di spessore, riflessioni sui massimi sistemi della vita. Qui si ride, gente. E tanto!

Naomi è una donna tanto delusa dagli uomini che potrebbe fare la promoter della castrazione chimica maschile. Ben decisa a non dare mai più credito all’altro sesso, è costretta a rivedere alcune delle sue priorità dopo l’incontro con il bel miliardario Royce Powell, che ha tutta l’intenzione di renderla sua moglie.

Credo di essere morta dalle risate leggendo i commenti a tutta questa faccenda delle due gemelle – nonché migliori amiche di Naomi – Kera e Mel. Un’accoppiata fantastica.

«Che ne dici di questo?» Kera mi mostrò un completo color menta. «È scontato del cinquanta per cento.»
«Ma è sempre verde» dissi esasperata. Perché non mi davano ascolto?
«Sorellina, vola in Colorado con Royce Powell» disse Mel, «non partecipa a un congresso di libraie sessualmente represse.»
Kera ridacchiò. «Hai ragione.»
«Pensa a qualcosa di disinibito, di sexy.»
«Non voglio sedurlo» annunciai.
«Non dire stronzate» replicarono all’unisono.

Per non parlare di Gloria, la madre di Naomi, e il suo patrigno Jonathan, psicoterapeuta deciso a psicanalizzarle ogni aspetto della vita…

«Naomi?» Poi un silenzio sorpreso. «C’è qualcosa che non va? Cosa c’è che non va? Lo so che qualcosa non va.»
«Va tutto bene, mamma. Volevo solo sentire la tua voce.»
«Gloria, che succede?» chiese il mio patrigno in sottofondo.
«È Naomi. Dice che mi ha chiamata solo per chiacchierare un po’.»
«Per chiacchierare? A quest’ora? C’è qualcosa che non va.»
Mia madre sospirò.
«Non so. Dammi un minuto per scoprirlo.»
«Va bene, ma poi voglio parlarle anch’io.»

3 stars smaller

Annunci