Tre ragazze bellissime, tre ragazze dal sorriso indecifrabile e dallo sguardo ipnotico cui è impossibile resistere: in un piccolo paese come Ascension, non sorprende che la notizia del loro arrivo sia sulla bocca di tutti. Soprattutto per il mistero che le circonda: nessuno le ha mai viste prima, nessuno sa dove vivano. E nessuno immagina che quelle tre splendide fanciulle, invece, conoscono i segreti di ogni abitante della città. Come il vero volto di Chase Singer, l’astro nascente della squadra di football: dietro la maschera da bravo ragazzo, infatti, si nasconde una persona che, per raggiungere il successo, non ha esitato a calpestare i sentimenti della ragazza che amava, distruggendole l’esistenza. Come la relazione che, da qualche tempo, Emily ha col fidanzato della sua migliore amica, una relazione che nessuno avrebbe mai dovuto scoprire. Ecco perché Chase riceve in regalo un’orchidea rossa ed Emily ne trova una identica sul sedile dell’auto. È un avvertimento. È il dono che segna il destino di chi deve pagare per le proprie colpe. È il dono delle Furie…


La trama di questo romanzo mi aveva intrigata oltre ogni dire. Prometteva una storia originale, uno YA fuori dai soliti schemi. Ed in effetti è stato così. La storia è avvincente e mi sono ritrovata a divorarlo per scoprire come sarebbe andata a finire.

Cosa è andato storto? Pessimi personaggi che recitano in una bella storia.

Chase è quello che in gergo si chiama pidocchio risalito – o in risalita, nello specifico. Di umili origini, cerca di «sfondare» nell’Olimpo dorato dei ricchi e delle «persone giuste». Quindi la sua vita è un incastro perfetto di tattiche e strategie per garantirsi un posto tra le persone più esclusive di Ascension, il piccolo paese dove vive. Tutto va a meraviglia finché non fa qualcosa di davvero odioso, qualcosa che scatena l’ira vendicativa delle Furie…

Le Furie – qui Ty, Meg e Ali – sono misteriose, intriganti e non si sa da dove vengano, ma soprattutto: perché stanno proprio in un paesino a punire adolescenti str****? Con tutti i delitti che accadono nel mondo… Quest’ultima cosa regge un po’ poco, ma magari verrà spiegata prossimamente.

Anche Emily ha attirato l’attenzione delle Furie, pomiciando con il fidanzato della migliore amica. Cosa dà ai nervi di Em? Be’, ha tradito la sua migliore amica in uno dei peggiori modi possibili e contemporaneamente recita il ruolo dell’eroina perfetta. Ecco, avrei voluto essere una Furia e… *censura*

Gabby, la migliore amica tradita di Em, è un folletto – e non sono del tutto certa che sia un complimento. Finisce che fa la pace con Em in un modo che mi è parso del tutto assurdo, giusto giusto perché all’autrice faceva comodo così.

JD, migliore amico *cough* di Em, è il ragazzo zerbino. Sul serio. Quello che anche quando si arrabbia per il suo ruolo chiede scusa dopo mezza pagina. Insomma, ragazzo, un po’ più di personalità!

Zach, il fidanzato di Gabby, è lo str****. Quello che speri muoia ad ogni passo, ma la fa sempre franca. Un riccastro viscido che non riesce a tener su le mutande (sempre che le porti).

Francamente avrei voluto che le Furie li sterminassero tutti per abuso di cliché. È un crimine abbastanza grave da spingerle ad intervenire. Ma non è successo… quindi vedremo cosa accadrà nel prossimo volume. La storia prometterebbe bene…

2 stars smaller

Annunci